Io e Flower

Passioni (e fissazioni) di una bambina di un anno

Flower sta crescendo e con lei anche il suo carattere. Si stanno delineando i lati morbidi e quelli più cocciuti, quello che ama davvero e  quello che proprio non sopporta.

Oltretutto al momento viviamo in una strana situazione di famiglia allargata dove i nonni sono il fulcro delle sue giornate (visto che io e il papà la mattina lavoriamo – in realtà io lavoro dalla stanza affianco, ma FATEMICI CREDERE!)

E, spesso, sono proprio i nonni a raccontarmi le nuove passioni (e le nuove fissazioni) di Flower.

Tra le più gettonate:

Inseguire l’aspirapolvere. Da quello che mi avevano detto le mie amiche, pensavo che l’aspirapolvere terrorizzasse i pargoli. Invece no. Flower ama il Folletto e, appena sente che qualcuno lo accende dall’altra parte della casa, si punta e vuole essere accompagnata con la manina finché non riesce a metterci il piede sopra.

Staccarmi un capello e rigirarselo tra le mani. Questa chiamiamola col suo nome: fissazione. Flower è ammaliata dai miei capelli, se li guarda, li tira, cerca di mangiarseli. Ma più di tutto ama staccarmene uno alla volta per poi rigirarselo tra le dita. Strane cose questi capelli lunghi.

Tenere due oggetti uguali in entrambe le mani. Quest’altra fissazione le è iniziata questa estate e spesso anche adesso continua a voler camminare con due cose in mano (comodo, tra l’altro, reggerla mentre incespica con le mani occupate): uguali o molto simili, i suoi preferiti.

– Slacciarsi le scarpe. Le scarpe, queste sconosciute! L’amore di Flower sono i calzini antiscivolo, le scarpe tenta in ogni modo di sfilarsele. Spesso ci riesce e torniamo a casa con una si e una no. E a volte dobbiamo fare la strada al ritroso alla ricerca della scarpina perduta.

One thought on “Passioni (e fissazioni) di una bambina di un anno

Rispondi