Collaborazioni · Io e Flower

Di cose belle che mi piacciono e altre che proprio non sopporto

A cinque mesi, ormai, Flower ha palesato il suo caratterino sancendo le cose che ama e le cose che proprio non sopporta. In realtà, non potendo ovviamente parlare, mi stupisce di come si riesca a far perfettamente capire. Sarà che sono la mamma e, dicono, abbia sviluppato un sesto senso; sarà che ci passo 24 ore al giorno tutti i giorni a stretto contatto come non ho mai fatto con niente e nessuno; sarà che a differenza di molte altre cose che mi stufano, lei non mi stufa manco quando alle tredinotte caga e si sporca body e tutina e va cambiata e poi riallattata e poi ninnata (vabe, non esageriamo adesso!)… Fatto sta che ho capito due cose che le piacciono da morire e due cose che proprio non sopporta:

1) Ama fare il bagnetto. Dopo la prima esperienza tragica a 1 settimana di vita (il cordone le è caduto dopo solo 4 giorni) quando ha pianto a dirotto tutto il tempo, adesso sguazzare nella bagnarola è il suo passatempo preferito. Sarà che quella primavolta io e il papà eravamo abbastanza impacciati e non pronti con i prodotti giusti (ricordo con terrore lo SPALMAGGIO della crema idratante meno fluida del mondo: urla e strepiti come se la stessimo squoiando), ma adesso che ci siamo attrezzati con prodotti e routine bagnettesca, davvero ti dispiace farla uscire e rivestirla. Dopo aver provato davvero DITUTTO senza essere mai soddisfatta, ho trovato i prodotti della Linea MammaBaby: ottimi nel prezzo (il flacone da 500ml col tappo dosatore costa 8 €) e nella qualità. Per il bagnetto di Flower ho scelto “Giacomino”: un ORSETTO che coccola la mia pargola con un dolcissimo profumo, una divertentissima schiuma e che ha una particolare formulazione (contiene estratti di oliva, cardamomo, provenienti da agricoltura biologica, e derivati dall’acido lattico). La pelle si vede subito che è più idratata e i capelli lucidi e forti (si, anche i quattro peli che si ritrova in testa!). Informandomi sul loro sito, inoltre, ho scoperto che i prodotti della Linea MammaBaby non contengono coloranti, parabeni e sodium laureth sulfate e l’intero ciclo produttivo è in Italia. E poi, adoro le loro confezioni, il loro stile minimal e divertente. Quando prendo in braccio Flower, appena rivestita, e tutta calduccia dopo il bagnetto le odoro i capelli. E quello è il profumo dell’amore.

wp-1457694148385.jpg

2) Ama farsi cambiare il pannolino. Ecco, questo diciamo che è MENO “il profumo dell’amore”, ma se fosse per lei starebbe sempre con le coscie all’aria. Adesso a differenza di quando ERA PICCOLA, Flower quando si sente sporca è intrattabile e vuole essere lavata. Uh, e come ride quando la tengo sul lavandino e la sciacquo! Anche come sapone intimo uso un prodotto della Linea MammaBaby: “Margherita” che ha come simbolo un cuore rosso rosso. Contiene estratti di olio d’oliva e cardamomo: quindi unisce proprietà emolienti, revitalizzanti e tonificanti per la cute, con prerogative antisettiche e depurative.

wp-1457694127845.jpg

Ma non ci sono solo deliziosi sciacquettii, EH NO, ci sono anche piccole cose che Flower non sopporta:

1) Odia mettersi il cappello. E dunque, il piantino sul pianerottolo di casa che mi fa passare come una pessimamamma (!) agli occhi e alle orecchie dei vicini, non ce lo risparmiamo mai. Ma la mamma sa che la capoccella deve restare al calduccio, quindi una volta legata Flower all’ovetto, posso tranquillamente conficcarle il cappello in testa. Attappandomi le orecchie.

2) Odia mettersi in bocca L’APPOSITO dentaruolo. Me l’hanno regalato = Flower DEVE usarlo, giammai che venga sprecato! Cioè, io non lo avrei mai comprato, perché proprio non sapevo, fino a qualche mese fa, cosa fosse un dentaruolo… ma ora la mia GRANDE ESPERIENZA (ehm…) mi insegna che le gengivine dei pargoli a quattro/cinque mesi iniziano a dar fastidio; addirittura figli di amici hanno messo i denti all’inizio del quarto mese. Quindi premuniamoci. E usiamo ‘sto dentaruolo. Poi adesso che Flower tende a prendere tutto in mano e ad avvicinarselo alla bocca (poi in realtà non lo mangia, lo lecca) pensavo fosse il momento giusto per aiutarla ad alleviare il fastidio delle gengive. Ma NIENTE, appena vede quel coso MIMA DEI CONATI DI VOMITO e nemmeno lo lecca. E considerando che lecca anche il pinguino di peluche che mio padre le ha portato dal Cile, direi che è indicativo. Ah, c’è anche un’altra cosa che schifa allo stesso modo: lo spicchio di mela. No, ma svezziamola.

2 thoughts on “Di cose belle che mi piacciono e altre che proprio non sopporto

  1. Sembra di leggere le mie giornate!
    Anche la mia cucciola lecca tutto e mette in bocca le cose più luride 🙂
    Odia mettere il cappello ma ho scoperto che se lo faccio allo specchio si guarda e ride.
    Ti seguo con grande piacere, Michela e MaVi (Maria Vittoria 7 mesi)

Rispondi